Graphic novel, definizione e caratteristiche

Graphic novel, definizione e caratteristiche
  • Commenta
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

La definizione di graphic novel

Graphic novel è un termine che nel mondo del fumetto, quello italiano in particolare, sta diventando sempre più di moda e di tendenza. Ma cosa indica il termine graphic novel? Quali sono le caratteristiche principali di una graphic novel? Innanzitutto per cominciare a giusto partire dalla traduzione corretta del termine Graphic Novel.

Nonostante l’assonanza con la parola “novella”, il termine novel si traduce con “romanzo”. Quindi un graphic novel è un romanzo grafico o per meglio dire un romanzo disegnato. Hugo Pratt, l’autore di Corto Maltese, una volta si è definito, “Autore di letteratura disegnata”. Un’altra cosa su cui bisogna fare chiarezza è il genere da attribuire a “graphic novel”. C’è una diatriba in tal senso. L’Accademia della Crusca ha stabilito che il termine è da usare al maschile e quindi bisognerebbe dire un graphic novel. Altri studiosi affermano che in Italia il termine è arrivato al femminile e che è l’uso che fa la regola e non viceversa. A mio avviso l’uso corretto è il maschile, ma l’uso femminile non è da considerarsi un errore.

Fatte salve queste premesse, e chiarito che non si può dare una definizione da dizionario di graphic novel, si può passare a quelle che sono la caratteristiche di un graphic novel. In genere si tratta di una storia autoconclusiva, con un formato diverso dall’usuale e più affine alla sperimentazione rispetto al cosiddetto fumetto popolare come possono essere gli albi di Dylan Dog o dell’Uomo Ragno. Nei graphic novel c’è una maggior attenzione all’aspetto psicologico dei personaggi, questo accade perchè una serie ha più tempo per far conoscere il personaggio ai lettori. Volendo fare una similitudine è come paragonare una serie tv ad un film.

Un’altra caratteristica dei graphic novel è quella di avere un contenuto più “adulto” rispetto alle normali pubblicazioni da edicola e/o da fumetteria. Non è raro, infatti, vedere i graphic novel accanto ai libri sugli scaffali delle librerie. Questo, però, non vuol dire che i graphic novel sono fumetto d’autore mentre le pubblicazioni da edicola o alcuni volumi da fumetteria sono fumetto popolare. E’ una distinzione di facciata, che serve ad individuare un target piuttosto che un altro. In realtà esistono solo belle storie e brutte storie. I graphic novel non sono un fenomeno che si possa associare a questa o quella cultura. Esistono a qualunque latitudine, ci sono graphic novel giapponesi, italiane, sudamericane e americane. Proprio come i romanzi.

L’ultima caratteristica che è propria dei graphic novel è quella dei materiali. I graphic novel usano, in genere, una carta più pesante e di qualità migliore rispetto alle pubblicazioni “popolari”, questo proprio per sottolinearne la vicinanza con il romanzo. Insomma se in questo scampolo d’estate avete voglia di una bella lettura scegliete un graphic novel, magari Blankets di Craig Thompson, e non ve ne pentirete.

525

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Ven 17/08/2012 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Seguici

© 2013 Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati.

NanoPress News, supplemento alla testata giornalistica Tuttogratis.it registrata presso il Tribunale di Milano n°3 314/08