Le più belle poesie per la Festa della Donna

Le più belle poesie per la Festa della Donna

Festa della Donna poesie

La Festa della Donna 2012 si avvicina sempre di più, vogliamo dunque parlarvi delle poesie più belle per celebrare l’8 marzo. Si tratta di versi che celebrano la donna in ogni sua forma, dall’amore sacro a quello profano, sottolineando sempre la forza di carattere di cui le donne fanno sfoggio quotidianamente, ma che troppo spesso viene sottovalutata. La Festa della Donna non è solo regalare mimose: questo è un misero contentino che serve a tacitare la coscienza, ma la storia di questa festività ci insegna che ha radici ben più profonde di quanto si possa immaginare.

Partiremo con una splendida poesia di Madre Teresa di Calcutta, intitolata semplicemente Donna che ci sembra riassuma bene il significato profondo della Festa della Donna, ovvero da una parte celebrare le conquiste fatte dalle donne in ambito sociale, politico ed economico, mentre dall’altra parte ci ricorda che in molti paesi del mondo le donne sono ancora vessate e subiscono continuamente violenze.

E continueremo con altri versi che celebrano la figura della donna, anche se non per questo bisogna eliminare del tutto l’abitudine di regalare le mimose. Solo che a questo gesto simbolico bisognerebbe abbinare qualche atto pratico, dare concretezza alle promesse che si fanno. Capito maschietti? Ci stiamo rivolgendo soprattutto a voi. ;)

256

Segui NanoPress
Continua a leggere >>

Gio 01/03/2012 da in .

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Calogero Andolina 7 marzo 2012 14:10

Più che un commento vorrei pubblicare una mia poesia sulla donna, ma non so come fare.

Rispondi Segnala abuso
Calogero Andolina
Calogero Andolina 8 marzo 2012 14:58

Ho sempre avuto una ammirazione per questa donna, apparentemente così fragile, ma in realtà così determinata. Solo una persona dal carattere forte, nel portare avanti i suoi progetti il cui unico scopo fu sempre quello del bene degli umili e degli emarginati, pieno di amore incondizionato nel dedicare loro tutta la vita per portargli un poco di conforto e la dove fu possibile guarirli dai mali che li affliggevano.
La sua morte é stata una grave perdita non solo per chi l’apprezzavamo , ama anche per il mondo intero. La terremo sempre in un angolino della nostra coscienza per non dimenticare che é sttat tra noi.
Calogero Andolina

Rispondi Segnala abuso
Seguici

© 2013 Trilud S.p.A. - P.iva: 13059540156 - Tutti i diritti riservati.

NanoPress, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano n° 314/08